Grande entusiasmo per il primo corso di scoutizzazione per il settore giovanile

L’intervista a coach Gabriele Montano, ideatore e relatore del corso online.

 

Da dove nasce l’idea di proporre un corso di scoutizzazione alle giovani leonesse?
L’analisi statistica da diversi anni a questa parte è nella quotidianità di ogni pallavolista, professionista o agonista che sia. È un vero e proprio strumento di lavoro, sia per tecnici che atleti, tuttavia necessita di abilità e competenze per poterne trarre i massimi risultati. L’obiettivo che ci siamo dati sul giovanile è quello di creare cultura in merito all’analisi statistica e soprattutto fornire alle nostre ragazze tutti gli strumenti per poter interpretare al meglio i dati raccolti e usarli per la propria crescita.

Come è stato impostato il corso di scoutizzazione?
Abbiamo sviluppato un ciclo di incontri nei quali le ragazze si sono confrontate con la rilevazione statistica sia in tempo reale (per esempio durante la partita contro Busto Arsizio), sia in modo asincrono (sfruttando i video delle partite del giovanile).
Nei vari passaggi abbiamo analizzato tutti gli aspetti legati alla rilevazione per poi correlare i dati all’analisi video: in sostanza abbiamo ripercorso tutti i passaggi che uno scout professionista svolge per ogni partita di campionato.

Quale strumento avete scelto per la rilevazione statistica?
Lo strumento che abbiamo scelto è Pointly, software già usato per la gestione degli allenamenti e parte del bagaglio di ogni atleta Millenium. Questo software tra le varie funzionalità ha anche un potente motore di rilevazione statistica, intuitivo e alla portata di tutti; consente, tra le altre cose, di correlare la statistica al video proprio come fanno i professionisti. Grazie alla disponibilità e al supporto di Stefano Ferrari siamo riusciti a realizzare un corso ben riuscito e soprattutto utile alle nostre ragazze. E’ altrettanto doveroso un ringraziamento alle atlete che hanno partecipato al corso con impegno e entusiasmo.

Mercoledì 18 Novembre ha tenuto una Master Class lo scout della A1 Alessandro Bianciardi, come si è svolto l’incontro?
Nella prima fase dell’incontro Alessandro ha spiegato com’è strutturato il tabellino che realizza durante i match della A1, analizzando e spiegando alcune sezioni nello specifico. Nella seconda parte dell’incontro abbiamo analizzato il tabellino della gara contro la Savino del Bene Scandicci in modo da spingere le nostre atlete del settore giovanile a fare alcune riflessioni sul significato dei numeri e dei dati riportati. Infine, nell’ultima parte le ragazze hanno posto alcune domande ad Alessandro; a titolo di esempio: come imposta il lavoro, quanto tempo gli serve per la rielaborazione dei dati e che strumenti utilizza. Venerdì avremo come ospite online un’atleta della nostra A1 che ci spiegherà il punto di vista dell’atleta rispetto al tabellino gara.

Come proseguirà il corso una volta tornati in palestra?
Dal confronto con le ragazze sono nate moltissime idee, in particolare ci piacerebbe sviluppare durante l’anno (Covid permettendo) l’idea di mettere a disposizione una sorta di analisi video di tutte le nostre atlete. Questo modo di lavorare passa inizialmente dalla rilevazione statistica di tutte le gare per poi fornire settimanalmente ad ogni ragazza un montaggio video che abbia come tema l’obiettivo tecnico definito dallo staff. Questa analisi video va a braccetto con quello che già stavamo facendo grazie allo schermo presente in palestra e completa il processo di auto-analisi dell’atleta.

 

Gabriele Montano (foto © Ferrari)