Il PalaGeorge ospita le Leonesse per tutto il weekend

Una due giorni ricca di appuntamenti nel tempio del volley bresciano: si inizia alle 18 con il match della Serie C contro Zoogreen.

Un’occasione per le giovani Leonesse, un’esperienza unica per le squadre ospiti che calcano il taraflex della Serie A. Tre incontri, dalla Serie C Lube Brescia Volley Millenium, passando dalla Serie D Bete Service Volley Millenium, fino al big match della prima squadra contro Marignano: il PalaGeorge si accende per 24 ore di volley.

Punto di raccordo tra gli incontri odierni e la Serie A sono i coach Mattia Cozzi e Simone Truzzi e il libero Emma Tenca.

 

Serie C femminile – Girone D
Sabato 6 novembre, ore 18 – PalaGeorge di Montichiari

Lube Brescia Volley Millenium SU – Zoogreen Capergnanica

Serie D femminile – Girone F
Sabato 6 novembre, ore 21 – PalaGeorge di Montichiari

Bete Service Volley Millenium SU – Banca Cremasca e Mantovana PG (Volley 2.0 Crema)

Serie A2 femminile – Girone A
Domenica 7 novembre, ore 17 – PalaGeorge di Montichiari

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Omag MT S. Giovanni in Marignano

 

«Oggi ci aspettano a seguire i campionati di Serie C e Serie D – esordisce Mattia Cozzi, vice allenatore della prima squadra e tecnico delle tue formazioni regionali – L’Under 18/Serie C affronta una squadra già sfidata l’anno scorso. Eravamo in Under 16 e abbiamo giocato in casa loro una partita, non brillantissima ma comunque combattuta, che ci ha viste sconfitte. A differenza della passata stagione, avremo dalla nostra il fattore campo e un anno di esperienza in più. L’obiettivo è di continuare a fare ottime prestazioni come stiamo dimostrando di poter fare, in un campionato di C che non è mai stato affrontato».
«Veniamo da un 3-1 e 3-0 che ci stanno molto stretti – prosegue Cozzi – visto che ogni parziale si è chiuso testa a testa contro formazioni di livello. Anche oggi sarà una sfida importante, dovremo dimostrare di saper navigare in un campionato così complicato e per noi nuovo. Iniziano a servirci punti e quindi anche questo aspetto – seppur secondario – avrà la sua importanza. Mi aspetto voglia di fare, come si è visto nelle partite precedenti».

«Per quanto riguarda l’Under 16/Serie D, andiamo ad affrontare una squadra che come noi è un progetto giovanile – commenta Simone Truzzi, assistant coach della prima squadra e tecnico del giovanile Millenium – Come noi sono a zero punti, di conseguenza giocheremo per la prima volta contro una squadra alla nostra portata, con un livello di gioco più simile al nostro. Il campionato è abbastanza lontano dalle nostre capacità, è una competizione di esperienza che ci vede in difficoltà, ma alla fine dell’anno saremo sicuramente più esperti e ricchi di qualità in vista dell’anno successivo. Crema avrà una fisicità maggiore e soprattutto qualche anno in più; noi cercheremo di imparare il più possibile e magari di concederci qualche soddisfazione in più rispetto a partite dove l’avversario era nettamente più attrezzato di noi».

 

Emma Tenca, libero cremonese classe 2005, proveniente dal vivaio Millenium e aggregata alla Serie A2 – dove è vice di Serena Scognamillo – ad Under 18 e Serie C, commenta l’esperienza che sta vivendo «Devo ringraziare la società che ha creduto in me, dandomi questa possibilità di crescita. Sono stati mesi davvero intensi e li sto affrontando con tutto il sostegno da parte dei miei genitori. Mi è stata data l’opportunità di allenarmi con giocatrici di altissimo livello, portando la mia esperienza anche nel settore giovanile. Le ragazze della serie A davvero molto gentili e sempre pronte ad aiutarmi. Il duro lavoro sta pagando, e da agosto vedo già dei cambiamenti». Non è semplice conciliare la vita di atleta e quella di studentessa delle superiori «Tutto questo impegno mi richiede davvero tanto tempo, soprattutto per la scuola, ma con forza di volontà e tanti sacrifici riesco ad organizzarmi e non avere problemi con lo studio. Con le giovanili stiamo partecipando al campionato di Serie C e sono sicura che riusciremo a fare bene»

«Ci aspetta un weekend impegnativo!» conclude Emma «Questa sera vivremo l’emozione unica di giocare nel campo della Serie A, per tutte un’esperienza emozionante, e sono sicura che ci tirerà fuori la grinta che noi Leonesse dobbiamo avere in campo».

Foto Daniele Bianchin/Massimo Bandera