Magnifica Savallese il sogno è realtà: battuta Ravenna e promozione in A1!

In un PalaGeorge con oltre 2000 persone Brescia batte Ravenna in rimonta e vince 3-1 una gara di nervi che vale il sogno dell’A1 dopo solo due anni di A2. La rimonta dal quattordicesimo posto manda tutti in Paradiso!

 

E’ Serie A1! Nella trentaquattresima ed ultima giornata della Samsung Galaxy Volley Cup 2017-18 la Savallese Millenium Brescia supera la Conad Ravenna per 3-1 e conquistala promozione diretta nella massima serie per la prima volta nella sua storia, respingendo l’ultimo assalto di Cuneo che ha sconfitto 3-0 Olbia.

Un promozione meritata e costruita nel tempo, dal gruppo di coach Enrico Mazzola e Marco Zanelli con lavoro e sacrificio. Solamente al quinto turno d’andata Brescia occupava la quart’ultima posizione della classifica, giornata dopo giornata è arrivata una scalata che condotto le Leonesse nel Paradiso della pallavolo italiana. Sugli scudi Francesca Villani, Mvp della gara con 22 punti: messa sotto in ricezione da Ravenna non si lascia scalfire, porta pazienza ed esplode nel finale siglando gli ultimi 6 punti del match. Doppia cifra anche per una scintillante Decortes (16) preziosa anche in difesa. Molto bene anche Dailey e Gioli, con 15 e 13 punti. Sul fronte ravennate in evidenza Bacchi e Washington con 15 e 18 punti.

Nell’atto conclusivo del campionato coach Mazzola conferma il sestetto titolare. Capitan Prandi e Decortes a formare alla diagonale, Villani e Dailey in posto 4, Veglia e Gioli centrali, Parlangeli libero. Ravenna di coach Angelini risponde con Scacchetti opposta a Kajalina, Bacchi e D’Odorico schiacciatrici, Menghi e Washington al cento, Paris a difendere la seconda linea.

Avvio di gara favorevole alla Savallese che vuol mostrare subito di esserci, anche se la tensione da entrambe le parti c’è, infatti i primi 5 punti della gara corrispondono a 5 errori. Capitan Prandi mura D’Odorico per il 4-2 bresciano, la Conad impatta con Washington ma Dailey (mani out sulla connazionale) sigla il 5-4. La squadra di casa, trascinata dal fantastico pubblico di un bel PalaGeorge (più di 2.000 persone presenti) allunga sul 9-6 costringendo Ravenna a fermare il tempo. Brescia non si fa sorprendere dagli attacchi di Bacchi e compagne, Veglia realizza il 10-7 e Dailey trasforma la palla del 12-7. La Savallese allunga sul 16-12 con Dailey e Gioli, Ravenna però non ci sta e resta in scia con un superlativa Bacchi, infatti pareggia i conti sul 18-18, Washington blocca Decortes per il 19-20. La coppia arbitrale con una serie incomprensibile di decisioni concede almeno 4/5 punti in favore delle romagnole: la Savallese si innervosisce, il pubblico del PalaGeorge insorge. Mazzola chiama il time out ma Ravenna va in fuga e si regala due palle set. Gioli annulla la prima ma la Conad trasforma la seconda.

La Savallese accusa inizialmente il colpo, ma poi riparte con un altro piglio. Villani realizza l’attacco del 10-8, da un bel recupero di Parlangeli, ancora Villani mette a segno la palla del 11-8. Un muro di Veglia porta a cinque le lunghezze di vantaggio (13-8). Coach Angelini esaurisce i tempi a disposizione e cambia Bacchi con Panettoni: la Savallese respinge i tentativi di aggancio ospiti. Villani, scatenata in questo frangente realizza il 20-17, un velenoso pallonetto di Decortes segna il 21-18, ed un attacco out di Kajalina porta la Savallese sul 22-18. Bacchi e D’Odorico guidano la rimonta di Ravenna (22-22). Dentro Aluigi per le romagnole. Decortes beffa la difesa della Conad e regala il primo set ball a Brescia, Ravenna lo annulla e Mamma fast ne crea un’altra (25-24). La Conad la annulla e ne conquista una, Prandi smarca Dailey che impatta (26-26). Brescia difende con le unghie e con i denti: Gioli blocca Washington per il 28-26. La gara riaperta, sarà la chiave del match. 

Pareggiati i conti la Savallese innesta la marcia alta nel terzo parziale. Bacchi si mette in evidenza ma Decortes realizza il punto del 9-7, a ruota segue Dailey per il 12-9. Bacchi di potenza mette a terra la palla del 13-11 risponde capitan Prandi, in secondo tocco per il 14-11. Brescia tiene in mano le redini del gioco e Ravenna corre ai ripari chiamando il time out, Menghi accorcia per il 15-12. Un errore di D’Odorico regala il 17-14 a favore della Savallese ed un mani out di Dailey sigla il 19-16. Decortes monster block su D’Odorico per il 20-16, Ravenna abbozza un minibreak e Mazzola ferma il gioco (20-18). La sosta da l’effetto sperato: Gioli ferma Bacchi (22-19). Entra Norgini al servizio e per dare ausilio alla seconda linea: la giocatrice umbra sigla l’ace del 23-19 che fa esplodere il PalaGeorge. Villani prima fa un buco nel pavimento e poi mura Kajalina.

Ravenna non ci sta. Nel terzo parziale parte meglio rispetto alla Savallese (5-8) e Mazzola chiama il tempo: Brescia non si scompone e rosicchia qualche punto (10-11). Villani è prese letteralmente di mira dal servizio ospite ma regge alla grandissima e trova le energie per griffare il pareggio (12-12); le formazioni proseguono a braccetto con la giocatrice con la maglia numero 9 della Savallese che ormai ha un contro aperto con Ravenna. Washington strepitosa è quasi inarrestabile e insieme a Bacchi tiene alto l’onore ravennate. Una preziosissima Decortes riporta in vantaggio Brescia, Mazzola gioca la carta Canton al servizio per Veglia (17-16). Si viaggia su ritmi di gioco alti, da cuori forti, Ravenna ritorna in vantaggio sul 18-19 ma Gioli pareggia i conti 19-19 e Villani firma il contro sorpasso (20-19). La Savallese mette la freccia, ormai Prandi si appoggia solo su una scatenata Villani che fa impazzire la retroguardia romangola in un PalaGeroge ribollente di passione: il 23-21 è un bomba in diagonale, il 24-21 è una palombella beffarda, sempre l’attaccante toscana chiude il punto che vale storica la storica promozione in serie A1.

Savallese Brescia-Conad Olimpia Ravenna 3-1 (22-25, 28-26, 25-19, 25-22). 

Savallese Brescia: Canton, Norgini, Bortolot, Angelini, Dailey 15, Gioli 13, Villani 22, Parlangeli (L) 1, Prandi 3, Gabbiadini, Veglia 6, Decortes 16. All.: Mazzola-Zanelli.

Conad Olimpia Teodora Ravenna: Bacchi 15, Paris (L), Ceroni, Washigton 18, D’Odorico 11, Aluigi, Scacchetti 1, Torcolacci, Menghi, 8 Panetoni (L), Kajalina 6, Drapelli, Vallicelli. All.: Angelini.

 

Festa Millenium per l’A1 (Foto Roberto Muliere per RM Sport)