Nel recupero della quinta la Unet passa a Montichiari: 1-3

Dopo il brutto stop esterno con l’Igor, le Leonesse bresciane tornano sul taraflex di casa per opporsi alla Unet E-work Busto Arsizio nel recupero della quinta giornata di campionato rinviata precedentemente causa Covid.

Busto si presenta senza le tre giocatrici ex positive, mentre per la Banca Valsabbina continua il recupero dell’opposto Nicoletti, partente dalla panchina. Peccato per il risultato, nonostante la prestazione grintosa delle Leonesse, espressasi in particolar modo nei primi due set. Un terzo set fatale alla Banca Valsabbina fa sì che la vittoria finisca nelle tasche delle bustocche. Nicoletti sempre più in ripresa. Paura per Bonelli nel secondo set a causa di uno scontro fortuito con una compagna di squadra e fortunatamente ripresasi, tanto da esser nominata MVP.

Mazzola sceglie Bechis-Decortes, Veglia-Berti, Jasper-Angelina con libero Parlangeli, mentre Musso opta per Bonelli-Mingardi, Olivotto-Herrera Blanco, Gennari-Escamilla e Leonardi libero.

Inizio sprint tra le squadre, col pari al 4. Busto trova l’allungo con la ex Mingardi (5-8), con la Millenium brava a non farsi intimorire, pareggiando immediatamente con l’ace di Bechis (8-8). Il muro di Mingardi vale il nuovo break sul 10-12, con lo stesso che si allunga di 1 ed obbliga Mazzola al primo time-out dell’incontro: 13-16. Una doppietta ancora di Mingardi fa volare la farfalle sul 18-23, ma Brescia non molla momentaneamente la presa (21-23, Jasper). Questa, però, deve obbligatoriamente staccarsi dopo la battuta in rete di Nicoletti: 22-25.

Partenza equilibrata in avvio di secondo parziale: 5-5. Continua la maledizione, però, al palleggio per la Unet: in uno scontro con Mingardi, Bonelli rimane vittima dello scontro, venendo sostituita con la neoarrivata Galletti. Le Leonesse approfittano della situazione prendendosi il primo break del periodo col muro di Berti sul 7-5. Bustocche mai dome. Divario azzerato e portato dalla propria parte con Mingardi: 9-11. Ancora l’ex di turno schiaccia sul 13-16, con la compagna Escamilla che fa lo stesso, ma fuori: 17-18. 3 punti consecutivi bresciani, ace di Veglia come ultimo, ribaltano la situazione, portando il vantaggio dalla parte delle padrone di casa: 20-19 e time-out Musso. Tempo che funziona alla grande: Mingardi ribalta lo score ed è subito 20-21 Busto con tempo chiamato da Mazzola. 30” chiamati alla perfezione. L’interruzione porta le Leonesse a ruggire al rientro: pari immediato e set conquistato al fil di lana: 25-23.

Mazzola conferma Nicoletti titolare, ma la partenza non è favorevole alle padrone di casa: muro di Herrera Blanco e 3-7 Busto. L’Unet è in vena di costruzioni. Non coi Lego, bensì con gli stop delle proprie giocatrici. Quello di Gennari, sul 6-11, porta le bresciane a fermare nuovamente il tempo. Il colpo fa male e le fondamenta si sgretolano. Le ospiti arrivano fino a doppiare la Banca Valsabbina dopo l’invasione di Bechis: 10-20. Nonostante una timida ripresa (16-23 Decortes), poi, la chiusura è opera semplice dopo l’errore in pipe della stessa Decortes: 16-25.
Avvio difficile per la Millenium nel quarto periodo, con l’UYBA che prende il largo con capitan Gennari sul 3-6. Le Leonesse affilano gli artigli, i quali cominciano a ferire le avversarie, colpite e pareggiate sull’8. Brescia sbaglia con Jasper (11-14), ma la tenacia Millenium porta il risultato al solo punticino di svantaggio sul 21-22 con l’ “olandesina volante” Jasper. Gli ultimi scambi, però, risultano fatali alla squadra di Mazzola, la quale perde convinzione e partita: 21-25 ed 1-3 finale.

Post partita

Asia Bonelli: “E’ una vittoria che ci serviva per rasserenare gli animi. All’inizio siamo scese in campo con qualche momento buio, ma poi, fortunatamente, siamo riuscite a dimostrare quello che realmente siamo e la voglia di vincere che abbiamo. Io sto cercando di dare il mio meglio alla squadra e sono contenta per quello che sto dimostrando in campo. Per fortuna l’infortunio non era serio, sono solo un po’ dolorante, ma niente di seriamente preoccupante”.

Ylenia Pericati: “Peccato per l’esito finale della gara, specie per com’erano andati i primi due set, dove abbiamo giocato alla pari con loro. Spiace per il terzo set, poi il quarto è stato solo una conseguenza del precedente. Sicuramente abbiamo mostrato dei miglioramenti rispetto alle ultime uscite, ma nei punti caldi ci è mancato ancora un qualcosa. Questo è dato sicuramente dalle insicurezza che abbiamo accumulato nel corso di questo inizio di stagione, dove una vittoria ci servirebbe come il pane”.

Giulia Angelina: “Abbiamo molto da migliorare, specie in fase di ricostruzione. Poi dobbiamo lavorare anche sul cinismo dei momenti importanti, dove arriviamo punto a punto, ma senza incidere particolarmente. In quei momenti serve maggior attenzione, mentre noi facciamo molta fatica. Purtroppo in questo momento pecchiamo di certezze e lucidità. Dovremmo lavorare molto anche sulla testa, che in alcuni momenti pecca: non possiamo sempre aspettare gli errori delle avversarie, ma dobbiamo agire noi in primis. Solo così possiamo superare questo periodo”.

Enrico Mazzola: “Il nostro equilibrio si è rotto nel terzo set, dove siamo calate tanto ed abbiamo commesso numerosi errori. Contro certe squadre se lasci un divario così ampio poi è sempre difficile recuperare. L’obiettivo sarebbe quello di giocare sempre al nostro massimo livello, riducendo gli sbagli al massimo e mettendo in difficoltà l’avversario, magari facendo un break importante come hanno fatto loro. Purtroppo l’inseguire sempre non aiuta certamente, specie contro elementi di questa esperienza. Purtroppo abbiamo perso il filo del discorso, sia per aspetti tecnici, che mentali, e così è scivolata via. Sicuramente servirebbero punti preziosi alla causa, ma giocando senza la giusta verve contro Chieri sarà veramente dura”.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Unet E-Work Busto Arzisio 1-3 (22-25, 25-23, 16-25, 21-25)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Jasper 14, Veglia 6, Decortes 6, Angelina 14, Berti 12, Bechis 1; Parlangeli (L). Pericati, Cvetnic 2, Bridi, Botezat 2, Nicoletti 8. N.E. Sala (L), Biganzoli. All. Mazzola.

Unet E-Work Busto Arsizio: Gennari 14, Olivotto 9, Mingardi 23, Escamilla 16, Herrera Blanco 6, Bonelli: Leonardi (L). Galletti. N.E. Gray, Cucco, Bulovic. All. Musso.

Arbitri: Boris Roberto e Armanola Cesare

MVP: Asia Bonelli (Unet E-Work Busto Arsizio). Spettatori : 200

 

Angelina in attacco durante Banca Valsabbina-Unet E-work (foto © Muliere)