Strepitosa Valsabbina: sbanca il PalaUbi di Cuneo in rimonta

Sorride la quinta giornata del girone di ritorno alla Banca Valsabbina Millenium. La formazione di coach Enrico Mazzola sotto 2-0, annulla una palla match e vince una gara fondamentale al tiebreak, contro la Bosca San Bernanrdo al quinto. Mvp Camilla Mingardi con 25 punti, molto bene Bechis e Segura in corsa. Per Cuneo best scorer Van Hecke con 24 punti.

 

Dopo un primo set da dimenticare (25-15), Le Leonesse bresciane lottano nel secondo migliorando il cambio palla (25-23), ma è nel terzo che la Banca Valsabbina cambia il suo destino: trascinata da Mingardi e Degradi, annulla un match point, prima di conquistare il set, 24-26. Dominato il quarto, 18-25, arriva la fiammata decisiva nel tiebreak vinto 10-15. Un successo in rimonta che permette a una Millenium mai doma di allungare sulla zona rossa della classifica. Mingardi eletta mvp, con a supporto una solida Bechis e una proattiva Degradi, senza dimenticare l’apporto in corsa di Segura (64% in attacco), vero ago della bilancia del match.

La Banca Valsabbina scende in campo con il classico starting player: Bechis in regia e Mingardi opposta, Rivero e Degradi schiacciatrici, al centro Veltman e Speech, Parlangeli libero. Cuneo risponde con Cambi-Van HeckeMarkovic-Rigdon, Zambelli-Candi, Zannoni libero.

Primi scambi dell’incontro equilibrati. Dai nove metri Mingardi trova l’ace del 3-3, Cuneo va in vantaggio con un attacco di Van Hecke, 6-4, ed allunga. Mazzola chiama time out. Rivero e Bechis fermano il filotto biancorosso, 11-6, ma Cuneo riprende a macinare punti sempre con Van Hecke e porta a sette le lunghezze di vantaggio, 14-7. Per Brescia entra Mazzoleni al posto di Speech, Rivero accorcia, 16-11. Alla spagnola risponde Markovic: Cuneo allunga sul 18-11 e Mazzola esaurisce i time out. Mingardi riaccende le speranze della Banca Valsabbina, il colpo di coda non basta, Cuneo con Van Hecke e Rigdon si porta sul 23-14. Un fallo di invasione fischiato a Brescia consegna il set alle padrone di casa, 25-15.

Nel secondo parziale la Banca Valsabbina risponde colpo su colpo alla squadra di casa. Un pallonetto di Degradi regala il 2-4, un attacco di Van Hecke impatta, 7-7. Brescia trova un il break con un preciso di attacco di Degradi, 11-12. Cuneo infila un minibreak di tre a zero, portandosi un in vantaggio, 14-12. Nelle fila della Banca Valsabbina entra Segura per Degradi, Millenium accorcia sul 16-15 con Rivero e resta in scia con una rinfrancata Speech, 20-19. Un attacco vincente di Segura ed un invasione di Zambelli riportano Millenium ad una sola lunghezza: Van Hecke e Rigdon regalano tre palle set a Cuneo. Rientra Degradi, Brescia ne annulla due, Cambi trasforma la terza, 25-23.

Un attacco vincente di Mingardi rompe l’equilibrio nel terzo frangente (5-6) ma Cuneo infila un break di quattro ad uno. Mazzola chiama il tempo. L’inerzia resta in mano alle biancorosse sino al 12-8, poi la Banca Valsabbina accorcia con un muro di Veltman su Rigdon e pareggia con Degradi, 13-13. Ungureanu, entrata per Rigdon, riporta Cuneo avanti, ed alla romena risponde l’ex Segura, subentrata al posto di Rivero, 14-14. Brescia tiene in mano il pallino del gioco ed infila il break sul 18-20. Un’incompresione bresciana regala il 20-20 a Cuneo che si riporta in vantaggio con un muro di Ungureanu su Mingardi, 21-20. Speech pareggia ed un attacco di Ungureanu out sigla il 22-23. Arriva il controbreak di Cuneo che con la romena trova l’ace del 24-23. La Banca Valsabbina annulla il match point con Degradi, l’ex Firenze sigla il vantaggio bresciano e Segura chiude, 24-26. Cuneo chiama 3 time-out nel corso del set, non ravvisati dagli arbitri.

Nel quarto parziale Mazzola conferma in campo Segura e Pistola la giovane Ungureanu. Sull’entusiasmo del set precedente la Banca Valsabbina parte meglio rispetto a Cuneo, e trova il break sul 8-10. Un muro di Mingardi regala il 9-12, Cuneo pareggia con Frigo entrata per Zambelli. Millenium riprende a correre con Veltman, 13-15. Segura di precisione e Bechis trova due le lunghezze di vantaggio, Cuneo gioca la carta Rigdon per Ungureanu ma il gap si dilata. Veltman blocca Van Hecke, 17-21, ed un attacco di Mingardi mette l’ipoteca del set, 18-23. Brescia chiude con Degradi, 18-25, e prolunga meritatamente la gara al tiebreak.

Set corto equilibrato nel suo inizio. Brescia mette la testa avanti sul 6-7 e si cambia campo sull’7-8 con un punto griffato da Segura. La schiacciatrice spagnola dai nove metri sigla l’ace del 7-9 e la Banca Valsabbina trova l’allungo con un attacco vincente di Mingardi, dopo chiamata del videochek, 8-12. Cuneo accorcia con Ungureanu, ma è più decisa Brescia e chiude con Mingardi, 10-15.

 

Nel prossimo turno, mercoledì 12 febbraio, la Leonesse della Banca Valsabbina torneranno a giocare al PalaGeorge di Montichiari nella sfida infrasettimanale contro Firenze. Appuntamento alle ore 20.30.

Bosca San Bernardo Cuneo-Banca Valsabbina Brescia (25-15, 25-23, 24-26, 18-25, 10-15).

Banca Valsabbina Brescia: Degradi 14, Bechis 4, Rivero 7, Veltman 10,  Speech 11,  Mingardi 25, Parlangeli (L), Biganzoli,  Mazzoleni, Segura 8, Fiocco. Non entrate: Bridi, Saccomani, Sala (L). All.: Mazzola.

Bosca San Bernardo Cuneo: Cambi 2,  Markovic 12, Frigo 2, Candi 10, Agrifoglio,  Van Hecke 24, Rigdon 12, Zannoni (L), Zambelli 6, Ungureanu 10. Non entrate: Moschettini, Parise. All.: Pistola.

 

La Banca Valsabbina Brescia festeggia dopo la vittoria in rimonta contro Cuneo