Skip to main content
21/01/2024

Al PalaGeorge l’energia delle Leonesse è incontrastabile: con Talmassons finisce 3-0

Categorie: ,

Miglior prova stagionale per la Valsabbina che interrompe la serie di sconfitte e conquista tre punti fondamentali per la seconda fase. Mattia Cozzi, alla sua prima da capo allenatore in Serie A: “Stasera ho provato ad essere me stesso e ad incanalare tutta la mia energia per loro e le ragazze me l’hanno restituita ancora e ancora”

 

Intro

Al PalaGeorge per l’ultima gara di regular season. La Banca Valsabbina Millenium Brescia, sesta forza del Girone A e già destinata alla Pool Salvezza, incontra la Cda Volley Talmassons Fvg, al quarto posto e dunque qualificata per la Pool Promozione. Per le ragazze di Barbieri e di Cozzi (oggi in veste di allenatore capo delle Leonesse visto l’esonero di Alessandro Beltrami. Matteo Solforati, infatti, sarà in panchina dal match con Olbia) due destini differenti, ma unite dalla stessa voglia di collezionare punti essenziali in vista della seconda fase.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia 3 – 0 Cda Volley Talmassons Fvg

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Fiorio 11; Pinarello n.e.; Tagliani (L) n.e.; Scacchetti 1; Torcolacci 10; Pamio 10; Bulovic n.e.; Pericati (L) n.e.; Brandi 0; Malik 11; Babatunde 6; Pinetti n.e.; Ratti n.e.. All. Cozzi.

Cda Volley Talmassons Fvg: Hardeman 4; Populini 2; Grazia n.e.; Monaco (L) n.e.; Piomboni 7; Bole 0; Blessing Eze 3; Kavalenka 6; Feruglio n.e., Negretti 0; Eckl 5; Costantini 12. All: Barbieri

Arbitri: Dell’Orso Alberto – Laghi Marco

Note – Durata set: 26’, 21’, 27’

MVP: Fiorio (Valsabbina Millenium Brescia)

Top scorer: Costantini (12, Cda Volley Talmassons Fvg), Fiorio (11, Valsabbina Millenium Brescia); Malik (11, Valsabbina Millenium Brescia)

 

 

La gara

Coach Cozzi sceglie Scacchetti al palleggio con Malik opposta, Pamio e Fiorio in posto 4 e Torcolacci e Babatunde al centro, con Pericati libero. Barbieri risponde con Blessing Eze – Piomboni, Hardeman – Populini, Eckl – Costantini, con Negretti libero.

Parte determinata la Valsabbina che si porta subito in vantaggio con Malik e Fiorio (4-0), ma Talmassons, trainata da Costantini, si riprende e raggiunge il pareggio (7-7). Inizia quindi un equilibrato testa a testa che continua fino al 17-15. Brescia prova a scappare: Babatunde a muro e Fiorio in attacco fanno +3 (19-16). Ma è un nulla di fatto: Talmassons pressa e Brescia sbaglia, così il match è di nuovo in parità (19-19). Alla fine, a uscirne vincitrice è la Millenium: Torcolacci si prende il set point (24-22) e l’errore di Eckl chiude la contesa sul 25-22.

La seconda frazione si apre con lo stesso spirito: tanta grinta da entrambi i lati della rete che si traduce in una lotta agguerrita su ogni palla. Il confronto è teso: agli attacchi di Fiorio e Pamio (4-4) rispondono quelli di Costantini e Piomboni (4-6). Brescia tenta la volata e, guidata da Malik, allunga sul 9-6. Torcolacci e Fiorio fanno il resto: sul 13-7 a favore di Brescia, Barbieri ferma il gioco e fa entrare Kavalenka. Il doppio ace di Torcolacci fa volare la Valsabbina (16-10) e il divario si allarga ulteriormente quando la Cda cade in totale blackout (22-11). La Valsabbina chiude i conti sul 25-13.

In avvio di terzo set, Brescia si affida alle sue centrali: Babatunde detta a muro e in attacco (7-4) e Torcolacci replica al giro successivo (9-6). Talmassons prova a rimanere aggrappata alle bresciane con Kavalenka (16-12), ma le Leonesse mantengono il vantaggio con Fiorio e Malik che portano la Valsabbina sul 22-17. La reazione ospite non si fa attendere e il finale di set è acceso. Pamio gioca d’astuzia e si prende la match ball (24-23); l’errore di Piomboni regala i tre punti a Brescia (25-23).

 

Le dichiarazioni

“Io non so quali emozioni abbia dentro e non so descriverle – è il commento a caldo di Mattia Cozzi, oggi allenatore capo della Valsabbina dopo l’esonero di Beltrami -. Quando succedono queste cose i meriti sono tutti delle ragazze che, anche nelle difficoltà, hanno fatto una settimana incredibile. Cosa che, sottolineo, stavano già facendo: stavano lavorando bene e il risultato di Messina non è stato un caso. Io stasera ho solo provato ad essere me stesso e ad incanalare tutta la mia energia per loro e loro me l’hanno restituita ancora e ancora. Abbiamo vinto stasera, al di là del servizio che ha rotto tutti i piani a loro, proprio per questa energia incontrastabile. Questa serata me la ricorderò per parecchio tempo”. Sul lavoro fatto per preparare la gara di oggi: “Ho provato a dire che bisogna andare avanti anche nelle avversità e che dimostrare quello che, finora, abbiamo palesato ‘a pezzettini’. Ho chiesto di buttare tutto alle spalle e pensare a giocare di squadra e vincere o perdere di squadra”.

“È un peccato: avremmo voluto concludere la prima fase in maniera positiva – dichiara rammaricata Beatrice Negretti, capitana di Talmassons, al termine della partita -. Brescia oggi ha fatto una gran partita e ci ha messo in difficoltà dal primo punto. Mi spiace perché abbiamo trovato poche soluzioni in attacco e abbiamo avuto poca pazienza in alcune situazioni. Adesso iniziamo un nuovo percorso e dovremo giocarci anche la semifinale di Coppa Italia. Sono sicura andrà sempre meglio”.

 

Foto Massimo Bandera