Skip to main content
25/10/2015

Belsorriso Millenium sa soffrire e vincere, altri 3 punti su Cerea.

Categorie: ,

In una gara complicata tutta di nervi, contro un avversario di valore, le bianconere vanno in vantaggio, si fanno rimontare, ma poi allungano nel momento decisivo.

 

La sfida di cartello della seconda giornata la portano a casa le bresciane, all’esordio stagionale fra le mura di casa del Vittorio Mero. Nonostante qualche passaggio a vuoto Belsorriso ha più potenza d’attacco e lavora meglio a muro, Cerea replica con grande compattezza e difesa tenace.

Ancora privi di Leggeri e Ghisolfi, e momentaneamente di Gabrielli, per Mazzola i posti al centro sono obbligati per Dall’acqua e Lapi, che ben figurano con 27 punti in 2 e percentuali di attacco oltre il 50%. Accanto a loro Baldi in opposto a Saveriano al palleggio, Garavaglia e Rinaldi in banda, Portalupi libero.

Cerea risponde con Caruzzi al palleggio, Lucchetti in opposto, Trevisan e Zampieri in banda, Borin e Brutti al centro, Pericali Libero. Le venete non si fanno pregare e partono subito forte al servizio, Millenium risponde al fuoco. Dentro Biava su Rinaldi che entra subito in partita. Belsorriso Millenium fa le prove di fuga, Cerea prova ad opporsi ma invano. Sul 20-14 fuori Zampieri per Pedoni, qualcosa si smuove e sul 23-19 Mazzola è costretto a chiamare il tempo. Millenium chiude 25-20.

Nel secondo set si riparte punto a punto fino al primo tempo tecnico, quando una Portalupi in serata di grazia da solidità alle bresciane. Massimo vantaggio per le padrone di casa che fanno +7. A questo punto le leonesse spengono la luce e faticano a costruire. Le ceretane non si fanno pregare lanciano la rimonta che si concretizza sul 19 pari. Dentro Rinaldi per Garavaglia, si ingaggia un finale di set punto a punto con azioni infinite, ma lo sprint finale è di marca veronese (22-25).

Il terzo set è l’ago della bilancia del match, un set punto a punto dall’inizio alla fine, una guerra di nervi. Baldi mette a terra palloni preziosi, Lucchetti risponde. Millenium spinge al centro, Borin risponde (71% in attacco per lei). Nessuna delle due squadre sembra poter prendere il sopravvento, a risentirne è il gioco spezzettato e macchinoso, condizionato dalla tensione della posta in palio. Cerea ha un sussulto 13-15, Biava difende e poi pareggia il conto in attacco. Isuzu difende bene ed è attentissima in ricezione, Millenium si fa sentire a muro però non concretizza il primo set point e si va ai vantaggi. Ci pensa una sontuosa Baldi da 25 punti totali e 48% di attacco a chiudere i conti.

Con Belsorriso avanti 2-1 si riaprono le danze. Garavaglia e Biava allungano, Brutti replica 6-6 e allunga per il 9-12. L’ace di Baldi rimette in carreggiata le lombarde (12 pari). Con Dall’acqua Belsorriso vola 18-14. Dentro Dall’ara in battuta su Lapi che mette in difficoltà l’ottima ricezione veneta, Millenium così trova spazi: l’attacco è implacabile (47% corale) e Portalupi è granitica dietro (21-15). Garavaglia passa due volte sopra il muro avversario, Belsorriso dilaga ed è festa per altri 3 punti pieni davanti al proprio pubblico.

 

IMG_5230

Belsorriso Millenium Brescia – Isuzu Cerea (VR) 3-1 (25-20, 22-25, 26-24, 25-16)

Belsorriso Millenium: Saveriano 1, Garavaglia 11, Dall’Acqua 11, Baldi 25, Rinaldi 1, Lapi 16, Portalupi (L), Biava 16, Dall’Ara. A disposizione: Leggeri, Sbaraini. Allenatore: Mazzola. Assistente: Zanelli.

Isuzu Cerea: Borin 14, Lucchetti 15, Trevisan 7, Brutti 12, Caruzzi 4, Zampieri 11, Pericati (L), Pedoni. A disposizione: Dall’Ora, Tollini, Andreis. Allenatore: Bertolini.

Arbitri: William Aimar e Carlo Micali.
Note: durata set 28′, 30′, 31′, 27′.
Punti: Millenium 81 (battute sbagliate 11, vincenti 3, muri 15, errori 11); Cerea 63 (battute sbagliate 8, vincenti 6, muri 6, errori 9).