Skip to main content
09/09/2023

Buone impressioni dal primo atto del pre-season delle Leonesse

Categorie: ,

Prima uscita stagionale per la Banca Valsabbina Millenium Brescia che, a Creazzo, si confronta con Picco Lecco e Talmassons in allenamento congiunto.

Il primissimo test stagionale della Banca Valsabbina Millenium Brescia è di segno positivo. Sul parquet di Creazzo (Vicenza), nel triangolare con Orocash Picco Lecco e Talmassons, le Leonesse chiudono con uno score di 2-1 con Lecco e 1-2 con Talmassons.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia 2 – 1 Picco Lecco (25-14; 25-19; 19-25)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Fiorio 12; Pinarello 1; Tagliani (L) n.e. ; Scacchetti 1; Torcolacci n.e.; Pamio 11; Bulovic 1; Pericati (L); Brandi 6; Malik n.e.; Babatunde 11; Pinetti n.e.; Ratti 4. All: Beltrami

Orocash Lecco: Rimoldi 0; Zojzi 9; Bazzani 2; Mainetti 0; Frigerio 5; Conti 10; Sassolini 0; Morandi 0; Piacentini 4; Barbagallo (L); Badalamenti 7; Caneva 5. All: Milano.

Per la primissima uscita della sua Millenium, quasi completamente rinnovata per la stagione 2023/24, coach Alessandro Beltrami schiera Scacchetti-Ratti, Brandi-Babatunde e Pamio-Fiorio, con Pericati come libero. A disposizione ci sono anche Pinarello e Bulovic (che calcheranno il parquet di Creazzo nel terzo set), insieme al secondo libero Tagliani. In panchina, ma a riposo precauzionale a seguito di alcuni affaticamenti muscolari dovuti alle prime fasi della preparazione, Torcolacci, Pinetti e Malik.

Coach Gianfranco Milano risponde con Rimoldi-Conti, Zojzi-Badalamenti, Piacentini-Caneva e Barbagallo libero.

È una sfida punto a punto quella tra Banca Valsabbina Millenium e Picco Lecco nei primi minuti di gara. Situazione che si risolve quando Ratti va in battuta. Grazie ad una buona difesa, agli attacchi di Babatunde e al successivo cambio in battuta con Brandi che fa due volte ace, la Millenium prende il volo, raggiungendo il 10-3. Picco Lecco prova a reagire ma il gioco è a conduzione bresciana: l’ace, questa volta di Babatunde, e il muro di Pamio fanno 13-4. La Millenium, però, inizia a perdere ritmo, soprattutto sui pallonetti di Lecco. E quando sembra che la Oro Cash possa riprendersi, le bresciane affondano il colpo, tornando ad avere un largo vantaggio sulle avversarie. Tra una schiacciata di Brandi, un pallonetto di Babatunde e qualche errore di Lecco, il set si conclude 25-14 per le Leonesse.

Il secondo parziale inizia con la stessa formazione e lo stesso ritmo del primo. È un batti e ribatti continuo, senza che nessuna delle due formazioni riesca ad affermarsi. L’ace di Ratti aiuta la Millenium a prendere fiducia: una diagonale vincente di Babatunde e un buon muro (e il successivo ace) di Pamio fanno 12-7. Al rientro in campo dopo il time-out chiamato da Milano, la formazione bresciana arranca e sbaglia, ma riesce a tenersi in vantaggio. Il secondo set si chiude a 25-19 per la Valsabbina, un successo che sigla la vittoria del test match (visto che si giocheranno solo tre set).

Nel terzo set, coach Alessandro Beltrami sceglie forze fresche: nel corso del set, infatti, entrano dalla panchina Bulovic (al posto di Pamio) e Pinarello (che va a sostituire in regia Scacchetti). La musica è sempre la stessa: match combattuto, con una botta e risposta continuo. Il sorpasso decisivo di Picco Lecco arriva sul finale: Lecco si prende il set con un lungolinea vincente che fa 19-25.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia 1 – 2  Cda Talmassons (26-24; 25-27; 13-15)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Fiorio 10; Pinarello 0; Tagliani (L); Scacchetti 2; Torcolacci n.e.; Pamio 13; Bulovic 8; Pericati (L); Brandi 2; Malik n.e.; Babatunde 5; Pinetti n.e.; Ratti n.e. All: Beltrami.

Talmassons: Bagnoli 0; Hardeman 3; Populini 0; Grazia n.e,; Monaco (L); Piomboni 4; Bole 6; Eze Blessing 5; Kavalenka 20; Gulich n.e.; Negretti (L); Eckl 6; Costantini 7. All: Barbieri.

 

26-24, 25-27 e 13-15. Basta leggere i risultati finali dei set per capire il tenore dell’ultima partita del triangolare di Creazzo. Quello andato in scena tra Valsabbina e Talmassons è stato un match combattutissimo, deciso punto su punto e fonte di spunti utili a entrambe le formazioni per indirizzare la preparazione nel mese che le separa dalla regular season.

Coach Beltrami riparte con Scacchetti in regia e Bulovic opposta, centrali Brandi e Babatunde, schiacciatrici Pamio e Fiorio, con Pericati come libero. A disposizione ci sono ancora Pinarello e Tagliani che fanno vedere la loro nel terzo set. Coach Barbieri opta invece per Hardeman-Bole; Eze Blessing-Kavalenka; Eckl-Costantini, libero Negretti.

 

Il primo parziale si avvia all’insegna dell’equilibrio, con le due squadre che esprimono un ottimo servizio e danno origine a un botta e risposta infuocato. Dopo il break che regala il 5-8 a Talmassons, la sequenza di attacco vincente ed ace di Babatunde permette alle Leonesse di ricucire (8-10). La pipe di Pamio riporta in parità (15-15) e si prosegue in sostanziale parità fino al 23-24. Il ruggito di Fiorio nel finale di set vale il 26-24.

La seconda frazione prosegue con un testa a testa fino all’8-8, poi il tocco di astuzia di Scacchetti vale il 13-10. L’incisivo servizio delle friulane mette a dura prova la Valsabbina, che però non molla e continua a condurre (23-20). Il muro di Fiorio fa intravedere la possibilità di portarsi sul 2-0 (24-21) ma la reazione di Talmassons non si fa mancare. Quando il match va ai vantaggi non bastano i colpi di Fiorio e Pamio: la Cda riesce a imporsi 25-27.

Beltrami punta sulle giovani nel terzo set, facendo assaporare a pieno le prime sensazioni da Serie A a Tagliani e dando spazio nuovamente a Pinarello. Inizio super per la Valsabbina (5-1), ma è un fuoco di paglia: qualche errore di troppo porta le avversarie al 6 pari. Il gioco si fa più macchinoso a causa della stanchezza e le due squadre si sfidano a colpi di mani-out. L’errore al servizio della Millenium regala alle avversarie l’occasione per chiudere il set (che in questo caso si era scelto di far terminare ai 15), che Talmassons non si fa scappare (13-15).

 

Dichiarazione

«È stato un allenamento congiunto molto importante – commenta la schiacciatrice della Valsabbina Katarina Bulovic -. È stata la nostra prima uscita contro altre squadre e posso dire di essere molto contenta. Non avendo tutte le giocatrici disponibili siamo state molto brave a tenere duro per entrambe le partite. La prima si è visto un gioco forse migliore rispetto alla seconda, forse per la stanchezza. Però è stato molto importante perché abbiamo sfidato due formazioni che troveremo anche in campionato. Sono soddisfatta di come sono riuscita ad esprimermi, mi sono resa utile alla squadra anche nel momento in cui serviva un opposto».

Sulle prime settimane di preparazione a Brescia «Sono molto contenta di essere qui, è un ambiente positivo, lavoriamo tanto e si sta creando un bel gruppo. Ovviamente siamo ancora all’inizio ma siamo già molto unite e anche in campo oggi si è vista la voglia di fare bene che ci accomuna».

 

Foto Daniele Bianchin