Skip to main content
08/01/2024

Il 2023 delle Giovani Leonesse: crescita tecnica e mentalità vincente

Categorie: ,

E’ il responsabile tecnico del settore giovanile di Volley Millenium Brescia a tracciare un bilancio della prima parte di stagione, rivolgendo però lo sguardo verso un 2024 già ricco di sensazioni positive dopo i primi posti nei tornei di Vicenza e Offanengo. 

 

Le vacanze di Natale e Capodanno non hanno certo fermato le Giovani Leonesse che, nonostante lo stop dei campionati, tra allenamenti al Polivalente di San Polo, amichevoli e tornei, hanno continuato a lavorare sodo in vista della seconda parte della stagione.

Impegni ufficiali che sono stati affrontati con una mentalità vincente e, infatti, hanno regalato un’apertura d’anno dolce, con le formazioni Under 16 e Under 18 che, nella Volley Christmas Cup – Trofeo Volksbank (Under 16) organizzato al Palasport Ceroni di Torri di Quartesolo (Vicenza) e nel Trofeo della Befana di Offanengo (Under 18), sono salite sul gradino più alto del podio. A Vicenza, erano presenti anche le Under 13 e 14 di Volley Millenium: il quarto posto raggiunto ha regalato altrettante sensazioni positive.

A tracciare un bilancio sulla prima parte della stagione, rivolgendo però lo sguardo al futuro, è il responsabile tecnico del settore giovanile, Pino Iannuzzi. “Il 2023 è stato un anno di grande sorprese per me, ma anche di elevata crescita non solo dal punto di vista tecnico, ma soprattutto di atteggiamento e mentalità – commenta -. I risultati positivi arrivati a Vicenza e Offanengo fotografano proprio questo sviluppo: ho visto gruppi con la volontà di portare a casa il risultato e l’hanno fatto. Questo dato è sicuramente confortante”.

Soffermandosi, poi, sul lavoro svolto durante le vacanze, Pino Iannuzzi ha sottolineato: “Avevo chiesto a tutte le atlete di essere presenti. La risposta è stata davvero convincente, con una partecipazione costante e un’applicazione importante. Il mio bilancio, ad oggi, non può che essere positivo”.

Lasciando alle spalle il 2023, il responsabile tecnico non ha mancato di palesare le prospettive legate al nuovo anno. “Fin dall’inizio, ho voluto che le ragazze dichiarassero i propri obiettivi per agire da subito nel rispetto degli stessi. Vogliamo fare bene, provando ad alzare l’asticella. Stiamo lavorando sodo. Le Under 14 stanno crescendo bene e stanno iniziando ad emergere alcune individualità interessanti. L’obiettivo per la Serie C e Serie D è mantenere la categoria. Le ultime prestazioni positive delle ragazze di Leali ci hanno aiutato ad uscire dalla ‘zona rossa’: confidiamo che le gare del nuovo anno ci possano regalare altri punti per essere un po’ più ‘sereni’. Grande fiducia c’è anche per quelle di Cavallo. Per il torneo di Offanengo dedicato alle Under 18, abbiamo deciso di portare con noi quattro atlete Under 16 (Galvani, Praise, Bazzoli e Reboldi): l’integrazione tra i gruppi è la chiave di volta del lavoro che stiamo facendo. I risultati sono positivi: basti pensare alla nostra atleta classe 2009, Giorgia Galvani, che è stata premiata in entrambi i tornei come miglior giocatrice. Ecco perchè sono molto fiducioso per l’obiettivo salvezza”.

In effetti, la sinergia tra le diverse categorie e tra staff e atlete è stata, fin dall’inizio, una prerogativa assoluta per Pino Iannuzzi. “Sono un grande sostenitore della cooperazione tra squadre e tra staff e atlete. Il nostro compito non è creare automi che schiacciano palloni, ma atlete e persone che vivono lo sport in maniera consapevole e matura. Dobbiamo essere ricettivi e stimolanti anche rispetto alle piccole, avendo il ruolo di educatori”. Non solo: “Il mio obiettivo, sin dai primi giorni, è stato far sentire sulla pelle delle nostre atlete l’orgoglio di rappresentare questa società, un vero e proprio vanto visto il lungo percorso di vertice che sta facendo. Il legame tra le giovani e la prima squadra è fondamentale: lavoriamo come se fossimo un corpo unico, chiaramente ognuno con le proprie responsabilità”.

Ma Volley Millenium non è solo pallavolo. E Pino Iannuzzi lo sa bene. “L’impegno nel sociale rende molto speciale questa società e il suo lavoro – conclude -. Lo staff, a cui faccio i complimenti per il grande lavoro, è totalmente allineato e partecipa con grande piacere a tutte le iniziative, coinvolgendo e stimolando sempre nuove risposte nelle ragazze. E’ importante che le giovani siano menti attive rispetto alle problematiche e questioni che vengono proposte da questo punto di vista”.

Foto Eugenio Nasi