Skip to main content
13/09/2023

La Millenium sorride ancora. Contro Volley Bergamo, le sensazioni rimangono positive

Categorie: ,

In trasferta a Celadina, le Leonesse hanno affrontato il secondo test match di stagione contro un’avversaria di assoluto valore come Bergamo. La Valsabbina, seppur acciaccata dai vari disguidi muscolari, convince ancora e chiude 2-2.

 

Brescia incontra Bergamo e lo fa per il suo secondo test match stagionale. Un assaggio, si potrebbe dir così, di quello che sarà uno degli appuntamenti più interessanti della preseason delle Leonesse: il “Torneo Mimmo Fusco – Coppa Lombardia” che si disputerà al PalaGeorge nella serata di venerdì 29 settembre.

Il tabellino finale segna 2-2, un risultato che per la Valsabbina è sicuramente di segno positivo. Contro un’avversaria di tutto rispetto come Volley Bergamo, che milita in Serie A1, le Leonesse non si sono fatte schiacciare, mettendo in campo un gioco che le incoraggia a continuare la strada intrapresa, con fiducia e determinazione.

Quello tra le due Capitali italiane della cultura è stato però un match condizionato dalle assenze: coach Alessandro Beltrami, infatti, ha dovuto rinunciare ancora, visti i disguidi muscolari, a Torcolacci, Pinetti e agli opposti Malik e Ratti, in quest’ultimo caso sostituiti dalla banda Bulovic nei primi tre set e da Pamio nel quarto. Anche Bergamo, dal canto suo, ha dovuto fare i conti con alcune mancanze di peso, come quella di Gennari, impegnata in Nazionale, e Rozanki.

 

Volley Bergamo – Brescia 2-2 (34-32; 21-25; 25-18; 23-25)

Volley Bergamo: Bovo 10; Fitzmorris 6; Butigan 5; Scialanca (L); Cecchetto (L); Da Silva 7; Pasquino 5; Cicola n.e.; Nervini 11; Pistolesi 9; Davyskiba 20; Stufi 3; Trevisan n.e. All: Solforati

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Fiorio 9; Pinarello 0; Tagliani (L); Scacchetti 6; Pamio 14; Bulovic 12; Pericati (L); Brandi 13; Babatunde 9. All: Beltrami.

Per il secondo test match, coach Alessandro Beltrami deve fare i conti con una rosa ridotta. Sul parquet bergamasco, la regia è affidata a Scacchetti e Bulovic si presta come opposto; Brandi e Babatunde occupano il centro, con Pamio e Fiorio nelle bande; il libero è Pericati. Anche coach Matteo Solforati non può contare sul roster al completo: sceglie, allora, Pasquino-Fitzmorris, Butigan-Stufi, Nervini-Davyskiba, con Cecchetto libero.

Il match offre subito grande spettacolo. La differenza tra le due formazioni non si vede. Anzi, è proprio la Valsabbina a guidare la partita, superando la formazione avversaria in più occasioni. Le bergamasche sistemano i conti nel finale: qualche sbavatura di troppo da parte delle Leonesse consente il sorpasso di Bergamo. Il primo set si conclude ai vantaggi per 34-32. Da segnalare, la prestazione più che positiva di Bulovic da opposta.

Anche nella seconda frazione, le ragazze di Beltrami dimostrano di avere grinta e coraggio, riuscendo ad ottenere una distanza considerevole dalle avversarie. Nonostante Bergamo provi a rialzarsi sul finale, aumentando il ritmo e trovando più spazio di fronte ad una Millenium più disunita, la Valsabbina chiude il set in vantaggio (21-25), anche grazie alle buone prestazioni delle centrali Babatunde e Brandi.

Il terzo set è, invece, tutto di marca bergamasca. Con una performance migliore sia in attacco che in difesa rispetto alle bresciane, Volley Bergamo conduce il gioco, chiudendo con un parziale di 25-18.

L’ultimo set a disposizione regala nuovamente sorrisi a Brescia. Coach Beltrami opta per forze fresche, inserendo le giovanissime Pinarello (a sostituzione di Scacchetti) e Tagliani (al posto di Pericati), e un cambio in posto 2, con Pamio opposta e Bulovic che ritorna nella sua collocazione naturale. La Millenium vince per 25-23, salutando il Palasport di Celadina con un pareggio.

“Sono molto contenta della prestazione della squadra. Si prospettava una bella sfida perchè loro sono una grande realtà con dei nomi importanti. Questo risultato non era certo scontato – sono le parole della centrale della Millenium, Margherita Brandi -. Peccato per il primo set, dovevamo chiuderlo prima. Reputo però che la partita sia andata veramente bene: siamo cresciute costantemente e abbiamo sempre cercato di limitare gli errori. Dobbiamo, secondo me, essere un po’ più ciniche, non avere paura di tirare o di provare qualcosa anche negli ultimi punti del set. Sicuramente c’è ancora da migliorare su tante situazioni. Da domani si torna in palestra concentrate per continuare a lavorare”.

Soddisfatto anche coach Alessandro Beltrami che, ad inizio partita, aveva chiesto alle sue ragazze grande attenzione ai dettagli tecnici e tattici da mettere fin da subito in campo. “Abbiamo fatto molto bene sui concetti su cui stiamo lavorando in palestra e sull’idea di essere più aggressivi in difesa. Sono molto contento anche per il risultato. Dobbiamo ancora imparare su alcune situazioni e sicuramente conoscerci meglio. Purtroppo siamo un po’ acciaccati: siamo venuti qui senza opposti, quindi abbiamo giocato con una formazione rimaneggiata, ma siamo riusciti comunque a gestire bene il gioco e farlo con squadre di alta qualità, che mettono grande pressione, non è semplice. Proseguiamo il nostro percorso. La strada intrapresa sta dando un’identità a questo gruppo e questa è la cosa più importante al momento. Continueremo a lavorare per mettere a punto tutti quegli elementi che questi test match ci fanno notare”.

Foto: Daniele Bianchin