Skip to main content
11/05/2023

L’avventura delle Leonesse si chiude in Gara 2 della Finale Promozione

Categorie: ,

In un PalaGeorge da record con oltre 3000 spettatori, la Valsabbina si arrende in quattro set a Trento. Non basta per riaprire la partita la fiammata del terzo parziale.

VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – ITAS TRENTINO 1-3 (19-25 17-25 25-19 17-25)

VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Boldini 2, Pamio 3, Torcolacci 8, Obossa 20, Cvetnic 15, Consoli 7, Scognamillo (L), Ratti 2, Foresi, Munarini, Orlandi. Non entrate: Blasi (L), Zorzetto. All. Beltrami.

ITAS TRENTINO: Bonelli 4, Mason 14, Moretto 9, Dehoog 8, Michieletto 14, Fondriest 13, Parlangeli (L), Bisio 1, Libardi (L). Non entrate: Joly, Meli, Stocco, Michieletto, Serafini. All. Saja.

ARBITRI: Scotti, Laghi.

NOTE – Durata set: 26′, 24′, 28′, 29′; Tot: 107′. MVP: Michieletto.

La Valsabbina torna a giocare tra le mura amiche del PalaGeorge con la stessa sensazione che l’aveva accompagnata nell’ultima gara casalinga contro San Giovanni in Marignano. Le Leonesse sono chiamate alla vittoria contro l’Itas Trentino, che sabato sera si è imposta 3-1 alla BLM Group Arena di Trento. Gara 2 si gioca davanti ad una splendida cornice di pubblico con il tifo giallonero che ha risposto presente al richiamo della società bresciana per dare il massimo supporto alle ragazze di Millenium.

Nessun cambio nelle fila delle due formazioni che si sono scontrate domenica.
Avvio di gara migliore per l’Itas Trentino che guadagna fin dalle prime battute un buon vantaggio portandosi sul 2-6 e costringendo Beltrami ad utilizzare un time-out. La Valsabbina reagisce sfruttando ottime difese e concretizzando in attacco con Obossa, a seguire però il pallonetto di Mason e il muro di Moretto riportano Trento a +4 e Beltrami ferma nuovamente la gara. Le ospiti allungano ancora con Michieletto e Dehoog, la cui diagonale vale il 8-15. Le Leonesse, spinte da un tifo incessante, ruggiscono e con quattro punti consecutivi tornano a tre lunghezze di distanza (14-17) e questa volta è Saja a fermare il gioco. Due errori in attacco bresciani valgono il nuovo allungo delle ospiti (16-21), Beltrami ricorre al doppio cambio mandando in campo Foresi e Ratti. Moretto risponde a Pamio, poi Michieletto porta Trento a set point. L’errore al servizio di Brescia chiude il primo parziale a favore dell’Itas.

È ancora la squadra di Saja a firmare il primo break del secondo set: dal 4 pari le ospiti realizzano cinque punti consecutivi con Michieletto e Mason protagoniste; nel frattempo Orlandi subentra a Pamio. Cvetnic riporta le giallonere a -2, ma per Trento rispondono Mason con il pallonetto spinto e Dehoog a muro (9-13). L’ace di Moretto fissa il punteggio sul 10-15, dopo il quale c’è il time-out bresciano. Se ne va Trento che sale 12-20 con Fondriest, il mani-out di Michieletto e la pipe di Mason, per Beltrami tornano in campo come nel primo parziale Foresi e Ratti e c’è spazio anche per Munarini al posto di Consoli. Altri due errori in attacco di Brescia permettono a Trento di salire 13-23. Il primo tempo di Fondriest dà a Trento la chance di andare 2-0. La chiusura del set viene rimandata dal muro di Cvetnic e l’attacco di Ratti, che portano Saja a fermare il gioco. Al rientro in campo, la battuta sbagliata di Millenium consegna alle ospiti anche il secondo set.

Boldini e compagne, spalle al muro, sono chiamate a compiere un vero e proprio miracolo. In avvio di set le Leonesse si affidano ad una super Obossa che porta le sue avanti di due lunghezze, poi Cvetnic schianta a terra la pipe dell’8-5 dopo il quale Saja ferma il match. Dopo il tempo, Mason e Michieletto ristabiliscono la parità a quota 10. Millenium si porta nuovamente avanti con il Pamio e Obossa, poi Cvetnic piazza l’ace. Non si fermano le giallonere: Torcolacci va a segno due volte, prima con il pallonetto e poi con un monster-block, poi Obossa schianta a terra la palla del 19-12. Boldini sfrutta al meglio i suoi centrali, in seguito Obossa risponde a Moretto per il 22-15. Michieletto e Moretto a muro provano a guidare la reazione ospite, ma Boldini con il tocco di seconda intenzione trascina le compagne a set point. Ci pensa Cventic a chiudere il set, la Valsabbina accorcia così 1-2.

Trento reagisce dopo il set perso e si porta avanti 4-7 con due attacchi dalla seconda linea di Mason. Dopo il time-out di Beltrami, il pallonetto di Cvetnic e Obossa a muro, dopo una straordinaria difesa di Scognamillo, ristabiliscono l’equilibrio. L’Itas torna a +3 con Mason e il muro di Fondriest (8-11). Trento va in fuga trascinata da Bonelli che prima mette a terra il tocco di seconda intenzione, poi realizza un servizio vincente (9-14). Millenium non riesce ad arginare le ospiti che salgono 10-17 con Dehoog e Mason, poi però la difesa di Scognamillo e una super Torcolacci scuotono le Leonesse, trascinando le ragazze di Beltrami fino al 16-18. L’Itas si riporta avanti di sei lunghezze con Fondriest e Bisio (22-16), ipotecando la gara. Michieletto trascina le compagne a match point e la gara si chiude con un errore in attacco di Brescia.

Trento conquista così la promozione in Serie A1, la Valsabbina chiude una stagione da sogno ad un passo dalla A1.
Match sponsor di gara 2 della finale play-off è Banca Valsabbina.

Il commento di Lea Cvetnic:“Sicuramente è un momento difficile per parlare. A parte tutto sono contenta della mia squadra, nessuno pensava che saremmo arrivate qui. Sono veramente felice perché in questi due anni abbiamo giocato tante finali. Ha vinto l’esperienza probabilmente, saper giocare queste partite e saper risolvere momenti fa la differenza”.

Foto Massimo Bandera