Skip to main content
21/01/2013

Millenium che cuore! Epica rimonta in casa della corazzata Trento capolista

Categorie: ,

Grande battaglia e grande vittoria nell’ultima partita del girone d’andata. In una trasferta sotto la neve, nella tana dell’Ata Studio 55 Trento, le bresciane si impongono 2-3 in rimonta dal 2-0 e accorciano la classifica.

Al Millenium piacciono le sfide difficili, specialmente quelle che si vincono con il cuore, e così dopo aver sconfitto il Maxa Olivieri Verona (prima di passare da Brescia imbattuto da più di un anno) è il turno delle trentine, a punteggio pieno dopo 12 gare di campionato, che si arrendono dopo una lotta di due ore.

Che la trasferta fosse impervia lo si era capito subito: la neve fuori e l’inferno nel palazzetto. Il pullman di tifosi da Brescia sostiene le sue atlete che partono bene ma dopo il 3-3 dei primi scambi, non riescono a contenere la potenza di fuoco avversaria che mette a segno buoni punti (8-4). Trento batte molto bene e Millenium non riesce a fare altrettanto ed è costretta a forzare, quindi l’aggancio non riesce e dopo il 16-13 Ata amministra con sicurezza il piccolo vantaggio trascinandolo fino al 25-21 finale.

Il palazzetto cittadino è una bolgia e il secondo set sembra simile al primo, nonostante la breve parentesi in cui Millenium si porta avanti, quest’ultime restano sempre troppo fallose. Millenium arriva prima ai time-out tecnici ma si fa soffiare il set nella parte finale, confermando la sofferenza di un asse ricezione-attacco che non gira al 100%. Castillo prova qualche cambio dalla panchina, Baldi e Ferrara le provano tutte dal campo, ma è 25-18.

Nel terzo parziale comincia una partita a scacchi fra i due allenatori: Castillo alla ricerca del miglior sestetto schiera una formazione con Casali per Treccani in regia, Cima per Dall’acqua, Camanini per Rizzi a completamento di Saltalamacchia come libero, Ferrara, Baldi, e Pionelli. Le bresciane cominciano a crescere sull’Ata che cambia atteggiamento in campo, e la chiave di volta del set è il bellissimo muro di Casali (e non l’unico) per il 5-9. La palleggiatrice del ’92 entra del tutto in partita e suona la carica con alzate di grande livello che Pionelli e compagne concretizzano al meglio, e il libero di Lipari decide che è il momento di non lasciar cadere più nulla. L’allenatore avversario prova a correre ai ripari ma è 8-16 il parziale, e lo splendido punto dalla seconda linea di Camanini porta il game verso il 14-25 conclusivo.

Formazione che vince non si cambia e Castillo crede nel suo ritrovato sestetto, che dopo un avvio combattuto prende nuovamente il largo 12-16. Con Casali il muro si alza e le trentine lo soffrono, ormai Millenium è a pieno regime e, a differenza di quanto accadeva nei primi due set, porta a casa anche gli scambi più lunghi e sofferti, sintomo di grande determinazione ritrovata. I numerosi cambi delle padrone di casa servono a poco perchè le bresciane chiudono con uno scarto di 7 punti.

Baldi inaugura il tie-break mettendo a terra la prima palla ma Trento gioca il tutto per tutto e si lotta colpo su colpo; al cambio campo il punteggio segna 6-8 e la tensione è tanta. L’inerzia è verso Brescia e la rimonta che sembra scritta prende forma, 10-15 e scacco matto, il palazzetto scoppia di gioia per le ospiti per quella che probabilmente era la partita più difficile, ma che ha dato la soddisfazione più grande.

Grazie a Millenium la classifica si accorcia e i due tecnici Castillo e Corrini si godono la vittoria di un gruppo brillante e che lavora sodo, in grado di ribaltare un match negativo in casa delle prima della classe ricorrendo anche e soprattuto a chi si è fatta trovare pronta partendo dalla panchina.

Dettagli: 2-3 (25-21 / 25-18 / 14-25 / 18-25 / 10-15) Treccani, Pionelli 22, Ferrara 9, Baldi 19, Rizzi 3, Dall’Acqua 5, Saltalamacchia (L), Camanini 10, Casali 6, Cima 1. A disposizione: Terlizzi.

Leggi qui gli articoli apparsi sul Giornale di Brescia Articolo GdB 20 gen & Articolo GdB 21 gen

Emanuele Catania