Skip to main content
02/06/2013

Prima squadra: il mercato in uscita

Categorie: ,

Dopo l’entusiasmante promozione è tempo di pianificazione per la prossima stagione e saranno quattro le atlete a salutare Millenium.

 

Salutare un’atleta non è mai facile, specialmente al termine di una stagione vincente coronata da una promozione diretta nella categoria superiore, una stagione in cui tutti gli ingranaggi ben oliati hanno funzionato alla perfezione e hanno garantito ben 23 vittorie in 26 incontri.

Per la prossima stagione, la Società farà a meno di Giulia Rizzi, la giocatrice del ’90 nata a Desenzano e arrivata in estate non farà parte della rosa che affronterà il campionato di B1. Giulia ha giocato questa stagione come banda insieme a Pionelli, Camanini e Trentini, distinguendosi per la grande potenza dei colpi e per aver raddrizzato più di un paio di partite con il contributo in attacco.

Ben più complessa dal punto di vista affettivo la decisione di Annamaria Terlizzi, che dopo un’intera carriera fra le fila del Millenium, ha deciso di intraprendere nuove strade. «Posso dire che la Millenium ė stata una famiglia in cui sono cresciuta, sognando sia dall’inizio grandi traguardi e raggiungendo bellissimi obiettivi. È stato un onore – ha commentato la giocatrice – far parte di questa società dove ho potuto maturare umanamente e sportivamente. Ho raggiunto 3 promozioni e instaurato forti amicizie che porterò sempre nel cuore. Ho affrontato insieme alle mie compagne duro lavoro e sacrifici coronati da momenti di grande soddisfazione e di grande gioia. Purtroppo ora le nostre strade si dividono, ma auguro alla società di affrontare un bellissimo campionato e di raggiungere i successi desiderati». «Salutare Anna non è facile – replica il dirigente Emanuele Catania – perché è una nostra giocatrice da sempre e il suo esempio credo sia prezioso per molte giovani atlete: non ha mai smesso di credere nel suo sogno e si è tolta delle soddisfazioni incredibili. Non si è mai sottratta al duro lavoro in palestra, anche rischiando di trovare poco spazio salendo di categoria. E’ stata una forte emozione vederla mettere la ciliegina sulla torta nel derby perfetto giocato a Ospitaletto o dare una mano contro Monticelli quando le cose si stavano complicando in ricezione, si è fatta trovare sempre pronta. Le auguriamo di continuare il suo cammino nel migliore dei modi e chissà che le strade non si incrocino di nuovo».

Ma anche il libero titolare Serena Saltalamacchia non prenderà parte al prossimo campionato con la compagine bresciana del Presidente Roberto Catania. La giocatrice eoliana classe 1990 si è resa protagonista delle ultime due promozioni Millenium, quella guidata da Begni dalla C alla B2, e quella targata Castillo in B1. Serena è arrivata come opposto ricevitore, ma presto la sua storia è cambiata e come libero ha potuto esprimere le sue migliori qualità difensive orchestrando la seconda linea con grande determinazione e caparbietà. Il suo carattere effervescente, la propensione al sacrificio e i grande salvataggi nei momenti determinanti l’hanno resa una delle giocatrici più apprezzate dal pubblico locale, e la cosa non stupisce la Società: «Serena è un libero coraggioso che non si tira mai indietro e ci mette tanta passione, quindi parlare del suo futuro è stato davvero difficile ma siamo convinti che possa continuare a farsi valere in queste categorie».

Le circostanze hanno portato a dire addio anche a Francesca Ferrara, capitano del Millenium e una delle protagoniste sul campo di queste storiche promozioni. «Lasciamo una grande professionista benché non lo sia formalmente perché Francesca si divide fra lavoro e volley, ma il carico forse comincia a diventare eccessivo, specialmente per il salto di categoria. E’ stato un ottimo capitano e siamo tutti felicissimi che sia stata con noi in questi anni perché ha dato equilibrio al gruppo. Personalmente augurerei a ogni squadra di avere un capitano di questa caratura e con queste doti umane» è il commento del direttore tecnico Paolo Lancello condiviso da tutta la Società.

Infine, l’augurio del Presidente Roberto Catania, da un lato rammaricato per il dover lasciare alcune giocatrici che qui hanno dato tanto, ma dall’altro costretto a guardare ad una nuova impegnativa stagione: «un arrivederci a queste bravissime atlete, sono orgoglioso di loro e del loro cammino qui da noi, spero si facciano valere anche al di fuori della nostra Società».