Skip to main content
05/03/2023

Valsabbina horror a Montale: le Leonesse crollano in tre set

Categorie: ,

Partita in salita al PalaMagagni: nell’ultima di regular season Boldini e compagne accusano sin dall’inizio la partenza di fuoco di Montale e non entrano mai nel match contro la squadra di casa autrice di un’ottima prestazione. 

Emilbronzo 2000 Montale – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-11; 25-20; 26-24)
Emilbronzo 2000 Montale: Mammini, Bici (L), Bonato, Zojzi 11, Lancellotti 3, Visintini 11, Rossi 7, Frangipane 18, Montagnani, Fronza 10. All.: Ghibaudi.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Blasi (L) n.e.; Orlandi 1; Boldini 2; Consoli 5; Torcolacci 1; Cvetnic 9; Pamio 8; Obossa 16; Munarini ; Scognamillo (L); Zorzetto n.e.; Foresi 1; Ratti n.e. All.: Beltrami

 

Ultima giornata di regular season per la Valsabbina che scende in campo al Palazzetto di Castelnuovo Rangone dove sfida la Emilbronzo 2000 Montale. Le Leonesse vanno a caccia di punti importanti in vista della seconda fase di questo campionato. Coach Beltrami schiera Munarini al centro con Consoli, le due bande sono Cvetnic e Pamio, in cabina di regia c’è capitan Boldini e Obossa nel ruolo di opposto, con Serena Scognamillo come libero. Ghibaudi risponde con la diagonale Lancellotti-Visintini, le due bande sono Frangipane e Zojzi mentre al centro giocano Fronza e Rossi infine il libero è Bici.

Avvio choc di primo set per le Leonesse che vanno subito sotto 7-0. Le padrone di casa amministrano il vantaggio, Lancellotti sfrutta alla perfezione i suoi centrali che vanno a segno con due punti a testa, poi il muro di Visintini vale il 16-7. Millenium prova a reagire con Obossa, per Montale risponde Zojzi che trascina le compagne fino al 19-10, poi con il suo turno al servizio e il mani-out di Frangipane la Emilbronzo arriva a set point (24-11). Ed è proprio la numero 14 a portare in direzione di Montale il primo set.

Beltrami manda in campo Torcolacci per Munarini all’inizio del secondo parziale, nessun cambio invece per Montale. La Valsabbina entra in campo con un altro piglio rispetto al primo set, la formazione bresciana viene trascinata da Cvetnic e Obossa, quest’ultima con due monster-block porta le compagne 6-10. La squadra di Ghibaudi rientra con Frangipane e Visintini: Montale guadagna tre lunghezze di vantaggio trascinata ancora da Frangipane che va a segno con il mani-out e poi alza il muro per il 19-16. Nel frattempo Foresi e Orlandi prendono il posto di Boldini e Pamio. Fronza con due primi tempi permette alla Emilbronzo di salire fino a set point (24-19). Foresi annulla la prima palla-set che viene poi messa a terra da Visintini e Montale sale così 2-0.

Beltrami rimanda in campo Boldini e Pamio, che prende il posto di Cvetnic, confermato invece lo starting six per Ghibudi. Le padrone di casa sulle ali dell’entusiasmo vanno avanti 7-2 con l’ace di Frangipane e l’attacco vincente di Zojzi. Le giallonere provano a rientrare e con il muro di Torcolacci tornano a -2 (10-8). Tra le fila di Millenium rientra Cvetnic per Orlandi. È proprio la croata a ristabilire l’equilibrio (14 pari), dopo due punti di Obossa. È l’Emilbronzo ad allungare con Rossi e Frangipane (21-18), ma Boldini con il sevizio vincente e Pamio con il mani-out ricuciono ancora e la numero 10 firma anche il punto del sorpasso. Il set va ai vantaggi, l’ace di Lancelotti dà a Montale la chance di chiudere il match che viene concretizzata da Frangipane, nominata MVP dell’incontro.

La Valsabbina chiude così la regular season con un’amara sconfitta dopo sei vittorie consecutive e attende ora il calendario completo del Pool Promozione, che avrà inizio al PalaGeorge di Montichiari domenica 12 marzo.

«Questa sera non è andato quasi niente – commenta coach Alessandro Beltrami al termine del match – Innanzitutto complimenti a Montale, che ha fatto una partita veramente importante in battuta e in attacco, oltre a tanta difesa. Noi ci innervosiamo troppo, purtroppo non andava come volevamo e ci abbiamo messo tantissimo a trovare soluzioni». «Secondo me il terzo set lo merita chi lo vince, però noi siamo riuscite a recuperare, eravamo lì e ci ho creduto, ma abbiamo peccato di ingenuità nel finale. Questo non deve succedere, spero che sia una lezione importante in vista della prossima fase. Ogni tanto si vede che paghiamo la nostra giovane età, abbiamo caratteristiche sulla tendenza delle squadre giovanili, ci innervosiamo e non ci piace e allora facciamo degli errori. Dopo un mese di febbraio senza sconfitte è arrivata questa caduta, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e rialzarci. L’unica “scusa”, se di scusa si può parlare, è che in questa settimana complicata abbiamo avuto tre atlete ammalate, tra cui Torcolacci che non ha potuto allenarsi, ma una prestazione così non è in ogni caso giustificabile. Questa sera era importante fare punti che non sono arrivati, adesso la prossima giocheremo in casa e dovremo puntare da subito a portare a casa la posta in gioco».

Foto Massimo Bandera